prima pagina indice del numero stampa questa pagina esporta in pdf Quaderno del 18 dicembre 2019

+T -T Approfondimenti

I prossimi passi


I prossimi passi

L’Accordo del 1° agosto 2019 prevede che l’offerta formativa sulla base del nuovo Repertorio IeFP potrà essere avviata a partire dall’a.f. 2020/2021. Verosimilmente, l’attuazione sarà graduale e a geometrie variabili. Alcune Regioni, infatti, hanno già avviato la programmazione triennale dell’offerta formativa – 2019/2022, altre inizieranno con l’attivare solo alcuni dei nuovi corsi.

L’iter formale si concluderà a breve con il recepimento dell’Accordo in Conferenza Stato - Regioni del 1° agosto 2019 con decreto del MIUR. In Conferenza Unificata, invece, dovrà essere approvato uno dei LEP previsti dal decreto legislativo n. 226/2005, ovvero l’approvazione delle aree professionali di riferimento delle figure IeFP; in Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, infine, con Accordo si ratificheranno le dimensioni personali, sociali, di apprendimento e imprenditoriali, e la tabella di confluenza delle figure di operatore in quelle di tecnico.

Infine, una serie di attività propedeutiche all’attuazione dell’offerta formativa sulla base dei contenuti del nuovo Repertorio impegneranno le Regioni e le Province autonome congiuntamente con il MIUR, il MLPS e l’ANPAL. Infatti, alla luce dell’attività di manutenzione e aggiornamento del Repertorio, dovrà essere completata la correlazione tra qualifiche e diplomi IeFP e indirizzi dei percorsi quinquennali dell’IP; mentre entro il 31 dicembre 2019 dovranno essere elaborate le procedure per la manutenzione e l’aggiornamento del Repertorio IeFP. Il documento completerà gli allegati all’Accordo del 1° agosto 2019.