prima pagina indice del numero stampa questa pagina esporta in pdf Quaderno del 18 dicembre 2019

+T -T Approfondimenti

…che si rinnova


…che si rinnova

L’emanazione del decreto legislativo 61/2017 è un’occasione di rinnovamento imperdibile anche per la IeFP.
Nel 2017, infatti, per la prima volta dopo il 2011, su mandato degli assessori della IX Commissione della Conferenza delle Regioni e delle P.A., un gruppo di lavoro composto da Regioni, Province autonome e Tecnostruttura hanno impostato e condotto un lavoro complesso e strutturato di manutenzione e aggiornamento del Repertorio nazionale delle figure di qualifica e diploma dell’istruzione e formazione professionale.

Il lavoro, portato avanti con l’obiettivo di rafforzare la relazione tra formazione professionale e mondo produttivo, si è concluso con l’Accordo in Conferenza Stato Regioni del 1° agosto 2019 che sostituisce quello del 2011. Definisce gli standard formativi minimi delle figure di operatore e di tecnico e delle competenze di base: introduce nuove figure, aggiorna quelle vecchie, aumentando la dimensione di alcune e riarticolando i contenuti di altre sulla base dei principi di Industria 4.0, di economia circolare, di sostenibilità ambientale. Prevede i modelli aggiornati alle nuove disposizioni normative in materia delle attestazioni di competenze, di qualifica, di diploma.

A valle della rilevazione dei percorsi attivati sui territori sulla base del vecchio Repertorio e dei nuovi fabbisogni formativi, i tecnici regionali hanno avviato la sperimentazione su un blocco di figure tipo, che ha consentito di definire l’architettura e l’impianto del nuovo Repertorio e di individuarne i criteri metodologici di descrizione.

L’analisi dei risultati della sperimentazione ha confermato in pieno la validità dell’impianto dell’Accordo del 2011, consolidando il nucleo delle descrizioni degli standard minimi formativi, che è rimasto quello originario. Piuttosto è stato ridisegnato il format delle figure, facendo ricorso ai nuovi strumenti operativi e normativi a disposizione, primi fra tutti l’Atlante del lavoro e delle qualificazioni e i decreti interministeriali del 30.06.2015 e dell’8.01.2018, per marcare lo stretto raccordo della IeFP con il mondo del lavoro e i processi produttivi che lo caratterizzano.