prima pagina indice del numero stampa questa pagina esporta in pdf Quaderno del 28 giugno 2013

+T -T Approfondimenti - Appalti

Criteri socio/ambientali negli appalti


Condizioni di esecuzione

Il quadro normativo vigente consente alle stazioni appaltanti di chiedere particolari condizioni di esecuzione contrattuale che possono attenere ad esigenze di carattere sociale ed ambientale. Infatti, per raggiungere obiettivi sociali oltre a quelli individuati nelle specifiche tecniche, nei criteri di selezione o nei criteri di aggiudicazione, l’amministrazione aggiudicatrice può ricorrere alle clausole di esecuzione.

Gli aspetti socio/ambientali inseriti nelle clausole devono essere collegati alla esecuzione, cioè alle attività necessarie per la realizzazione del prodotto (lavoro, fornitura, servizio) e devono essere pubblicati nel bando di gara, in quanto gli offerenti devono essere al corrente di tutti gli obblighi per poterli riflettere nei prezzi proposti.

Secondo la riflessione della Commissione europea nella Guida CE, l’indicazione chiara degli standard sociali richiesti aiuta ad individuare le aspettative dell’amministrazione. Pertanto un approccio rigoroso durante le fasi di pianificazione e presentazione delle offerte potrebbe aiutare a semplificare la gestione dell’esecuzione.

Nel bando o nel capitolato le stazioni appaltanti potrebbero quindi inserire, previa comunicazione agli operatori economici, clausole riguardanti, ad esempio, l’impegno che l’aggiudicatario assume a conformarsi a standard sociali minimi in materia di diritti umani e di condizioni di lavoro, definiti dalle leggi nazionali e/o alle Convenzioni fondamentali stabilite dall’Organizzazione Internazionale del Lavoro e dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite (19).

La Guida IT fornisce un esempio puntuale di clausola da poter inserire nel capitolato tra le condizioni di esecuzione del contratto (20).

La stessa Guida IT suggerisce inoltre di prevedere in allegato al capitolato e al bando una dichiarazione di conformità a standard sociali minimi da far sottoscrivere all’aggiudicatario al fine di acquisire l’assunzione dell’impegno da parte del medesimo verso il rispetto di standard sociali minimi durante l’esecuzione del contratto. Il rispetto di tali condizioni potrebbe essere poi garantito attraverso la somministrazione di questionari di monitoraggio periodici sulla conformità agli standard di cui sopra e verifiche ispettive da parte dell’amministrazione, alle quali far conseguire azioni correttive e la comminazione di penalità (fino alla risoluzione del contratto) in caso di inadempimento degli obblighi assunti in fase di perfezionamento dell’accordo (21).


Note:

19. Per verificare anche altri esempi di condizioni supplementari che l’amministrazione aggiudicatrice potrebbe richiedere in sede di esecuzione del contratto si rimanda alla Guida CE, pag. 45, nonché alla Comunicazione interpretativa COM (2001) 566 sul diritto dell’UE applicabile agli appalti pubblici e alle possibilità di integrare aspetti sociali negli appalti pubblici. 

20. Cfr Guida IT,  pag 7.

21. Nella Guida IT sono previsti due modelli di questionario, uno integrale ed uno semplificato; quest’ultimo potrà essere utilizzato per i contratti di valore inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria.