prima pagina indice del numero stampa questa pagina esporta in pdf Quaderno del 18 dicembre 2019

+T -T Approfondimenti

Semestre Ue, programmazione Politiche di Coesione, sviluppo sostenibile. Le Regioni sperimentano nuove forme di programmazione integrata


Contesto

di Cecilia Cellai, Mariella Bucciarelli
Tecnostruttura - Settore Sviluppo Sostenibile

Coesione e sviluppo sostenibile ambiscono ad obiettivi congruenti di innovazione, inclusione, crescita e salvaguardia del capitale umano e naturale. Appare utile, quindi, adottare logiche ed impiegare strumenti facilitatori per una programmazione e quindi un’attuazione dello sviluppo e della crescita competitiva sostenibili, capaci di garantire che le sfide economiche, sociali e ambientali siano affrontate con una visione integrata delle varie dimensioni dello sviluppo – ambientale, economica, sociale ed istituzionale.

Nell’ambito del Semestre europeo le Regioni hanno da tempo avviato un percorso virtuoso, col fine di operare una programmazione quanto più integrata per una crescita e uno sviluppo sostenibili; negli ultimi anni col Contributo delle Regioni al Programma Nazionale di Riforma (PNR) le Regioni hanno proposto una lettura degli interventi di riforma da loro selezionati, tale da consentire l’ottemperanza e la convergenza con obiettivi e target di Agenda 2030 (1).

Quest’anno, a seguito della pubblicazione del Country report per l’Italia (27 febbraio 2019) della Commissione europea (CE) e in particolare del suo Allegato D (Annex D) (2), nel PNR delle Regioni 2019 è stato tempestivamente riportato un apposito quadro sinottico, utile per una lettura integrata alla luce delle ultime indicazioni CE, in contemporanea col PNR delle amministrazioni centrali (aprile 2019). In seguito aggiornato con le Raccomandazioni specifiche per paese del Semestre europeo (CSR) emanate nel luglio 2019 dal Consiglio UE, esso consente un’analisi pluri-programmatoria in risposta ai temi chiave del Semestre europeo: per ciascuna misura individuata nelle CSR 2018 e nei Target della strategia “Europa 2020”, nonché sulla base delle informazioni regionali contenute nel PNR 2019, è stato operato un primo raccordo con Risultati Attesi (RA) dell’Accordo di Partenariato (AdP) Fondi SIE 2014-2020, principi del Pilastro dei diritti sociali, SDGs e Obiettivi di Policy della Programmazione 2021-2027, nonchè con le nuove CSR di luglio 2019.


Note:

(1): Testo disponibile sul sito Regioni.it

 

(2)Relazione per paese relativa all'Italia 2019 SWD(2019) 1011 final del 27.2.2019, in cui sono stati definiti gli “Orientamenti in materia di investimenti finanziati dalla politica di coesione per il prossimo ciclo di programmazione per l’Italia” (Annex D).