prima pagina indice del numero stampa questa pagina esporta in pdf Quaderno del 30 settembre 2016

+T -T Approfondimenti

Il contributo dei POR Fse e Fesr 2014-2020 ad alcuni focus oggetto di raccomandazione da parte della CE


Premessa

di Teresa Cianni
Settore Fse - Tecnostruttura

La Commissione europea, nell’ambito del processo di sorveglianza dell’attuazione della Strategia UE 2020, ha posto l’accento su alcuni temi ritenuti strategici per garantire lo sviluppo e la competitività del sistema Paese. In particolare negli ultimi Country Reports e nelle Raccomandazioni Specifiche per l’Italia (2015 e 2016) la CE ha sottolineato l’importanza di procedere rapidamente ad una riforma della pubblica amministrazione, in termini di maggiore efficienza e migliore qualità nel settore pubblico, anche al fine di incoraggiare gli investimenti esteri. È stata altresì rimarcata la necessità di snellire l’apparato burocratico in vista di giungere alla definizione di un apparato pubblico citizens and firms friendly che riduca al minimo gli oneri a carico di cittadini e imprese. Imprescindibile si ritiene poi, a causa degli effetti prodotti dal protrarsi della recessione economica, l’adozione di una strategia organica di contrasto alla povertà. Mentre maggiori investimenti in ricerca e innovazione sono considerati fondamentali per garantire la crescita del Paese nel medio-lungo termine.

Il contributo che segue intende offrire una panoramica in merito al contributo dei Programmi operativi Fse e Fesr 2014-2020 al perseguimento degli obiettivi sopra delineati.