prima pagina indice del numero stampa questa pagina esporta in pdf Quaderno del 29 marzo 2018

+T -T Dossier

Il Tavolo di coordinamento


Il Tavolo di coordinamento

Il Tavolo di coordinamento tecnico ha convenuto sull'opportunità di redigere un aggiornamento (Addendum) del non paper dell'aprile 2017, da consolidare sulla base del nuovo approccio.
Nei lavori del Tavolo di inizio 2018 si è pervenuti ad una versione consolidata dell’Addendum to the Italian position document “Multiannual Financial Framework: a strategic tool for meeting the goals of the European union”.

Nell’Addendum sono stati recepiti i contributi apportati al Tavolo di coordinamento - per le materie di propria competenza -, tra cui anche quelli della Conferenza delle Regioni. Il testo finale dell’Addendum è stato poi trasmesso dal Presidente del Consiglio ai vertici delle competenti sedi politiche europee; inoltre è stato distribuito dal ministero Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) attraverso la rete diplomatica.

Sui temi QFP e in generale dell’Unione economica e monetaria sono state riportate importanti considerazioni emerse anche a livello di incontri diplomatici: infatti, le posizioni italiane ivi diffuse hanno sollecitato un ampio dibattito internazionale e riflessioni capaci di sviluppare la crescita di una consapevolezza comune, in particolare su questioni centrali come quella degli importi annui massimi (i cd. massimali), che l’Unione europea potrà spendere nei diversi ambiti d'intervento (le rubriche) per un periodo di almeno 5 anni; altresì, hanno inteso contrastare l’ipotesi circolante negli ambienti bruxellesi di una “modernizzazione” del bilancio europeo, espressione usata per indicare l’esplicita richiesta di tagli al bilancio, promossa da alcuni Stati membri in maniera molto determinata.