prima pagina indice del numero stampa questa pagina esporta in pdf Quaderno del 29 marzo 2013

+T -T Approfondimento - Innovazione Sociale

Le sfide dell'innovazione sociale nella programmazione 2014-2020


Introduzione

di Teresa Cianni
Settore Fse - Tecnostruttura


Glossario:

Nel giugno 2010 il Consiglio europeo ha adottato la Strategia Europa 2020 al fine di stimolare una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva. La strategia individua gli obiettivi principali della UE per la ricerca e l'innovazione, il cambiamento climatico e l'energia, l'occupazione, l'istruzione e la riduzione della povertà per il 2020, che debbono tradursi in obiettivi nazionali. Gli orientamenti integrati Europa 2020 e sette iniziative quadro delineano in modo preciso il percorso verso una crescita sostenibile e in grado di creare nuovi posti di lavoro.

La strategia s'impernia su cinque obiettivi riguardanti l'occupazione, la ricerca, l'istruzione, la riduzione della povertà e i cambiamenti climatici/l'energia.
Perché la strategia Europa 2020 dia i frutti sperati, è stato istituito un forte ed efficace sistema di governo dell'economia per coordinare le azioni a livello UE e a livello nazionale.

I 5 obiettivi (Target) che la UE è chiamata a raggiungere entro il 2020 sono:
1. Occupazione: innalzamento al 75% del tasso di occupazione (per la fascia di età compresa tra i 20 e i 64 anni);
2. R&S: aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo al 3% del PIL dell'UE ;
3. Cambiamenti climatici e sostenibilità energetica: riduzione delle emissioni di gas serra del 20% (o persino del 30%, se le condizioni lo permettono) rispetto al 1990; 20% del fabbisogno di energia ricavato da fonti rinnovabili; aumento del 20% dell'efficienza energetica
4. Istruzione: Riduzione dei tassi di abbandono scolastico precoce al di sotto del 10% ; aumento al 40% dei 30-34enni con un'istruzione universitaria;
5. Lotta alla povertà e all'emarginazione: almeno 20 milioni di persone a rischio o in situazione di povertà ed emarginazione in meno.



Visualizza il glossario generale


Insieme di disposizioni che fornisce a tutti gli Stati membri gli “orientamenti strategici per agevolare il processo di programmazione e il coordinamento settoriale e territoriale degli interventi dell’Unione nel quadro dei fondi SIE con altre politiche e strumenti pertinenti dell'Unione”.
Il Quadro strategico Comune è contenuto nell’allegato I del Regolamento (UE) 1303/2013.

Fonte: Artt. 10, 11, 12 e Allegato I del Regolamento (UE) 1303/2013 recante Disposizioni comuni sui Fondi SIE



Visualizza il glossario generale



Quando si parla di innovazione si tende generalmente ad identificare tale concetto unicamente con il cambiamento tecnologico. Negli ultimi anni, tuttavia, si è assistito ad un cambiamento di tendenza che ha portato sempre di più all’affermazione dell’idea che l’innovazione abbia anche una dimensione sociale, la quale attiene ai cambiamenti nelle abitudini e nei valori, nelle strategie, nelle politiche, nelle strutture e nei processi organizzativi, nei sistemi di erogazione dei servizi, nei metodi e nelle modalità di lavoro.

La crisi economica e le pesanti ricadute che si sono prodotte sulla collettività hanno fatto, d’altra parte, emergere con maggior vigore la necessità di dar vita ad un processo di innovazione sociale in grado di proteggere i gruppi più vulnerabili dai cambiamenti negativi in atto, di prevenire le discriminazioni e al tempo stesso di accrescere la partecipazione dei cittadini.

L’innovazione sociale ha conseguentemente assunto un ruolo significativo, a livello comunitario, nell’ambito del dibattito sulla crisi. A partire dal 2009 il presidente della Commissione europea José Manuel Durão Barroso ha avviato un’azione diretta a promuovere e valorizzare l’innovazione sociale(1), nell’ambito della quale si inscrivono anche le successive Comunicazioni con le quali la Commissione ha proposto un nuovo programma per il cambiamento e l'innovazione sociale(2) e ha avviato un’iniziativa per promuovere l’imprenditoria sociale quale leva per incoraggiare l’innovazione in tale ambito. 
L’obiettivo che la CE si propone è di favorire un’economia sociale altamente competitiva attraverso la ricerca di soluzioni originali per i problemi della società, con particolare riguardo alla lotta contro la povertà e l’esclusione, ma anche di dare impulso all’iniziativa faro “Unione dell’Innovazione” nell’ambito della Strategia Europa 2020.

L’importanza di promuovere l’innovazione sociale è stata d’altra parte rimarcata dalla CE anche nelle proposte di Regolamento dei fondi del QSC per il nuovo periodo di programmazione 2014-2020. L’innovazione sociale può essere uno strumento di attuazione delle strategie di specializzazione intelligente (Smart specialisation) sia assicurando la piena partecipazione dei soggetti coinvolti, sia supportando l’innovazione tecnologica e quella basata sulla pratica efficace(3).


Note:

1. Empowering people, driving change: Social innovation in the European Union, Bureau des Conseillers Politiques (BEPA), Commissione europea, luglio 2010, pagine 11 e 109.
2. Proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo ad un programma dell'Unione europea per il cambiamento e l'innovazione sociale [COM(2011) 609 definitivo]
3. Cfr Strategie di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente. Scheda informativa predisposta dalla CE [Politica di coesione 2014-2020]