prima pagina indice del numero stampa questa pagina esporta in pdf Quaderno del 26 giugno 2015

+T -T Focus - Pnr

PNR 2015, il contributo delle Regioni e Province autonome


PNR 2015, il contributo delle Regioni e Province autonome

di Cecilia Cellai, Mariella Bucciarelli
Tecnostruttura - Settore Sviluppo Sostenibile


Glossario:

Dal 2011, con il passaggio dalla strategia di Lisbona a Europa 2020 e l'istituzione del semestre europeo di coordinamento delle politiche economiche e di bilancio, il PNR, ai sensi della Legge 7 aprile 2011 n. 39, è confluito nel Documento di Economia e Finanza - DEF e ne costituisce la sezione III. A seguito della confluenza del PNR nel DEF la redazione del PNR è curata dal dipartimento del Tesoro, d'intesa con il dipartimento delle Politiche europee.

Il Programma Nazionale di riforma (PNR) è il documento che definisce annualmente gli interventi da adottare per il raggiungimento degli obiettivi nazionali di crescita, produttività, occupazione e sostenibilità delineati dalla Strategia Europa 2020. Si tratta di un documento che ciascuno Stato membro presenta alla CE con cadenza annuale (nel mese di aprile) nel cui ambito sono indicati: lo stato di avanzamento delle riforme avviate, con indicazione dell'eventuale scostamento tra i risultati previsti e quelli conseguiti; gli squilibri macroeconomici nazionali e i fattori di natura macroeconomica che incidono sulla competitività; le priorità del Paese, con le principali riforme da attuare, i tempi previsti per la loro attuazione e la compatibilità con gli obiettivi programmatici indicati nel Programma di stabilità; i prevedibili effetti delle riforme proposte in termini di crescita dell'economia, di rafforzamento della competitività del sistema economico e di aumento dell'occupazione.

 

Fonte: Dipartimento Politiche Europee http://www.politicheeuropee.it/attivita/17522/programma-nazionale-di-riforma



Visualizza il glossario generale



Come di consueto dedichiamo un focus all’annuale Programma Nazionale di Riforma (PNR); come negli anni passati l’intento è quello di dare evidenza degli interventi adottati a livello regionale, dei progressi conseguiti rispetto all’anno precedente, degli obiettivi programmatici per conseguire la crescita e lo sviluppo sostenibile e inclusivo dell’Italia, di dare conto degli elementi di novità regionali, strutturali e indotti, nell’attuazione dei moniti di riforma delle istituzioni europee.

Quest’anno le Regioni hanno elaborato un documento tecnico-programmatico, che ha ricevuto l’approvazione dalla Conferenza delle Regioni il 25 marzo 2015 e che è andato a comporre il PNR 2015 nazionale nella Sezione III del Documento di Economia e Finanza (DEF 2015): nello specifico il contributo regionale è stato riportato in “Appendice - Le principali azioni di riforma in dettaglio a livello nazionale e regionale” e precisamente in  “Appendice B - Azioni di riforma a livello regionale”; il dettaglio degli interventi di riforma normativi, regolamentari e attuativi realizzati nel periodo gennaio 2014 - gennaio 2015 sono riportati in appositi quadri sinottici “Le griglia delle misure regionali” in “Programma Nazionale di Riforma: i provvedimenti organizzati per area di intervento (griglie)” (1).