prima pagina indice del numero stampa questa pagina esporta in pdf Quaderno del 14 dicembre 2020

+T -T Aggiornamento

IP - IeFP, rafforzato il raccordo tra i due sistemi formativi: autonomi ma dialoganti

In questa sezione:


L'iter normativo

di Daniela Conte
Settore Istruzione E Fp - Tecnostruttura

La Conferenza Stato Regioni, lo scorso 10 settembre, alla luce delle novità introdotte dall’aggiornamento del Repertorio IeFP nel 2019, ha approvato la rimodulazione della disciplina dei passaggi tra IP e IeFP e l’integrazione delle correlazioni tra le figure di operatore e tecnico e gli indirizzi di studio dei due i sistemi formativi.

I due provvedimenti rimodulano l’Allegato 4 al DM n. 92/2018 per la correlazione delle figure IeFP ai percorsi di Istruzione professionale (IP) e l’Accordo sui passaggi tra i sistemi formativi di IeFP e IP e completano l’Accordo che integra e modifica il Repertorio nazionale delle figure di riferimento delle qualifiche e dei diplomi IeFP, adottato nella seduta della Conferenza Stato Regioni del 1° agosto 2019 e recepito lo scorso 7 luglio con il decreto del Ministro dell’Istruzione numero 56.

L’Accordo del 2019 - ai punti 7, 8 e 9 di quanto concordato – tenuto conto delle novità introdotte, rinviava a un momento successivo la definizione di alcuni atti: oltre ai passaggi e all’integrazione della tabella di correlazione tra i due sistemi formativi di IP e IeFP, spostava in avanti nel tempo anche la modifica congiunta delle modalità e delle procedure di manutenzione del Repertorio IeFP. Rispetto a quest’ultima, sul piano tecnico, le Regioni e Province autonome con i Ministeri competenti hanno convenuto la forma da dare al documento - un Accordo in Conferenza Stato Regioni – e il contenuto, ma la procedura di approvazione è ancora in via di definizione.

In Conferenza Stato Regioni sono stati approvati i documenti frutto di un lavoro serrato che le Regioni e le Province autonome, congiuntamente con il Ministero dell’Istruzione e il Ministero del Lavoro, con il supporto e l’assistenza tecnica di ANPAL e Tecnostruttura, hanno portato a termine tra marzo e luglio 2020, superando le difficoltà connesse all’emergenza sanitaria e imposte dal lockdown. Il confronto tra le parti, seppure a distanza, è stato costante e molto proficuo.

Le Regioni e Province autonome, organizzate in gruppi e sottogruppi di lavoro, hanno elaborato analisi, approfondimenti e pareri, si sono impegnate a trovare soluzioni comuni da portare al tavolo tecnico congiunto con le amministrazioni centrali per garantire agli studenti la possibilità di realizzare percorsi personali di crescita e di apprendimento, assecondando le proprie potenzialità, attitudini e interessi, anche attraverso la ridefinizione delle loro scelte sulla base di quanto previsto dal decreto legislativo n. 61 del 2017, che introduce la novità dei passaggi e li rende ordinamentali, inserendosi nella più ampia cornice normativa tracciata dal decreto legislativo n. 226 del 2005.

 



In questa sezione: