prima pagina indice del numero stampa questa pagina esporta in pdf Quaderno del 29 marzo 2013

+T -T In Pillole

Il sistema nazionale di certificazione delle competenze

di Alessia D'Andrea
Settore Istruzione e FP - Tecnostruttura


Glossario:

Procedura di formale riconoscimento, da parte dell’ente titolato (...), in base alle norme generali, ai livelli essenziali delle prestazioni e agli standard minimi (...), delle competenze acquisite dalla persona in contesti formali, anche in caso di interruzione del percorso formativo, o di quelle validate acquisite in contesti non formali e informali. La procedura di certificazione delle competenze si conclude con il rilascio di un certificato conforme agli standard minimi (...).

Fonte: Decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13, art. 2, c. 1, lett. l



Visualizza il glossario generale



Le slide che presentiamo sono state realizzate con diversi obiettivi.
In primis, l’intento è stato quello di contestualizzare la questione fondamentale della certificazione delle competenze nel più ampio scenario delle politiche e delle azioni messe in atto negli ultimi anni  a livello nazionale, sulle quali le Regioni hanno giocato un ruolo centrale di promotrici del cambiamento strutturale che ha toccato sia il sistema educativo sia il sistema lavoro.

In tale direzione, ed in linea con gli orientamenti europei, il concetto di apprendimento permanente diventa il riferimento sostanziale per disegnare un quadro coerente di politiche e di interventi a livello nazionale, e per creare le condizioni di un’azione di sistema, basata sulla integrazione dei servizi per il cittadino, puntando ad un arricchimento e ad una valorizzazione lifelong dei suoi apprendimenti, al fine di potergli garantire opportunità di mobilità occupazionale.

In tale cornice, la tematica della certificazione delle competenze costituisce lo snodo centrale poiché impatta trasversalmente su tutti i sistemi di istruzione, formazione professionale e lavoro e diventa, quindi, la reale condizione di fattibilità della integrazione dei servizi per il cittadino. Tant’è che l’implementazione del sistema nazionale di certificazione rappresenta una delle condizionalità ex ante poste dalla Commissione europea per la programmazione dei fondi strutturali 2014-2020.

Le slide evidenziano come le Regioni abbiano da tempo maturato tale consapevolezza, coltivata attraverso una riflessione approfondita negli anni, a cui sono seguite parallelamente una serie di produzioni metodologiche che hanno dato l’abbrivio ad un processo che molto gradualmente è passato da un livello interregionale ad un livello nazionale.

Si entra poi nella illustrazione dei punti principali del dlgs 13/2013 recentemente approvato e, nella parte finale, vengono evidenziate le priorità condivise dalle Regioni e P.A per dare concreta attuazione a quanto disciplinato dal provvedimento che istituisce il sistema nazionale di certificazione delle competenze.

Considerata la centralità della tematica della certificazione delle competenze, l’approfondimento presentato potrà essere ulteriormente aggiornato alla luce dei successivi stati di avanzamento del lavoro a livello nazionale.

Documento allegato: file_articoli_27_Sistema-naz-certificazione-05-03-13