prima pagina indice del numero stampa questa pagina esporta in pdf Quaderno del 26 giugno 2015

+T -T Aggiornamento

Progetto Alta formazione: i risultati del Catalogo interregionale

È stato presentato a Bologna il “Catalogo interregionale dell’Alta formazione”, la principale azione condotta nell’ambito del progetto interregionale “Verso un sistema integrato di alta formazione”.

Il progetto interregionale, coordinato dalla Regione Veneto e partecipato nel complesso da 14 Regioni, è nato nel 2009 con l’obiettivo di creare una rete di collaborazione tra Regioni sul tema, al fine di promuovere l’accesso individuale ai percorsi di alta formazione, eliminare gli ostacoli alla mobilità geografica e professionale, promuovere lo scambio di modelli gestionali e la definizione di criteri e principi qualitativi comuni dell’offerta formativa. Tali obiettivi si sono concretizzati con l’implementazione del Catalogo interregionale di Alta formazione, azione che, a partire dal 2011, è stata sviluppata grazie al contributo finanziario del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e che è stata oggetto di diffusione nell’evento che si è tenuto lo scorso 15 maggio.

Nel corso del convegno, il dr. Santo Romano - direttore del Dipartimento Formazione, Istruzione e Lavoro della Regione Veneto - ha illustrato l’esperienza, il funzionamento e i contenuti del Catalogo Interregionale - realizzato con l’assistenza tecnica dell’ATI composta da T&D - Technology & Development, TecSis Net e Performer - nonché i risultati raggiunti nel corso delle ultime 5 annualità.

L’evento, di cui ha coordinato i lavori la dr.ssa Francesca Bergamini - responsabile del Servizio Programmazione, Valutazione e interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro della Regione Emilia-Romagna - ha rappresentato l’occasione per dibattere anche sul tema delle “alte” competenze per lo sviluppo competitivo e innovativo dei sistemi territoriali. Si è tenuta anche una tavola rotonda, coordinata dal dr. Massimo Bressan (presidente dell’Istituto di ricerca IRIS) durante la quale sono state presentate diverse iniziative, attuate durante la programmazione Fse 2007-2013 in contesti regionali, europei ed internazionali, volte a promuovere l’acquisizione di competenze altamente specialistiche.

In particolare, il dr. Massimo Temussi, direttore Agenzia Regionale del Lavoro della Regione Sardegna, ha illustrato i risultati di Master and Back, programma nato con il duplice obiettivo di sostenere economicamente i giovani laureati sardi per svolgere un percorso di alta formazione fuori dal territorio regionale ed incentivare il rientro di competenze in Sardegna.

Il dr. Paolo Bonaretti, direttore generale ASTER, ha presentato gli esiti delle azioni di creazione di impresa e di dottorati di ricerca, realizzati attraverso Spinner, la Sovvenzione Globale finanziata dalla Regione Emilia-Romagna tesa a promuovere interventi di qualificazione delle risorse umane nel settore della ricerca e della innovazione tecnologica.

La dott.ssa Anna Ascani, direttore Agenzia Umbria Ricerche, ha presentato due iniziative, finanziate grazie al Por Fse della Regione Umbria, la prima Ide-e: le nuove imprese finalizzata a formare nuovi giovani imprenditori attraverso un’esperienza di tirocinio all’estero e un incentivo finanziario per supportare lo start-up di impresa nel territorio umbro; ha inoltre riportato l’esperienza di Brain Back, il progetto che prevede la predisposizione di un pacchetto integrato di interventi rivolto a giovani umbri emigrati all’estero per favorire il loro rientro anche attraverso incentivi finanziari per la creazione di impresa e work experiences presso aziende umbre.

Il dr. Gianluigi Labellarte del Servizio Formazione Professionale della Regione Puglia ha illustrato le politiche regionali in tema di Alta Formazione, in particolare il programma Ritorno al Futuro, che interviene a sostegno dei giovani pugliesi laureati e disoccupati, offrendo borse di studio per la frequenza di master in Italia e all’estero, valorizzando così le loro capacità e potenzialità creative, professionali ed occupazionali.

Infine, la dott.ssa Paola Sartorio, Executive Director della Commissione Fulbright per gli scambi culturali tra l’Italia e gli Stati Uniti, che ha illustrato le borse di studio Fulbright, offerte per progetti di studio, ricerca ed insegnamento nelle migliori università statunitensi, riservate a cittadini italiani. In particolare ha presentato i dati relativi al programma BEST (Business Exchange and Student Training) ossia borse di studio per la frequenza di corsi intensivi in Entrepreneurship e Management con intership presso aziende negli Stati Uniti.

In allegato le presentazioni dei relatori al convegno.

Santo Romano | Risultati del Catalogo Interregionale dell'Alta Formazione

Massimo Temussi | Master and Back

Paolo Bonaretti | Spinner e Dottorati di ricerca

Anna Ascani | Ide-e!Le nuove imprese

Gianluigi Labellarte | Bollenti Spiriti e Ritorno al futuro

Paola Sartorio | Fulbright e BEST

Documento allegato: Catalogo-Alta-formazione